Antifurto per smartphone

Antifurto per smartphone


Il furto o lo smarrimento del telefonino può essere un grosso problema considerando che ormai la maggior parte della popolazione ne possiede uno.

Dentro vi sono memorizzati molti dati personali:
numeri di telefono, fotografie, indirizzi e magari anche dati finanziari o password di accesso.

Per tali motivi è un danno subire un furto o smarrire il telefono.

Il vecchio PIN della SIM non è più una misura di sicurezza efficace.

Basta infatti cambiare scheda per far funzionare di nuovo il cellulare e sfogliare i file ed i dati che sono salvati nella memoria interna o nella schedina.

Difficilissimo se non impossibile poi è rintracciare un telefono rubato o perso;
se vogliamo prevenire questa eventualità dovremo installare un “antifurto vero“, un sistema di sicurezza che si può installare sul telefono come software, che lo può bloccare irrimediabilmente, lo può localizzare o cancellare con un comando a distanza inviato via SMS o tramite comandi inviati su rete LTE, 3G o 2G.


Antifurto per smartphone

La maggior parte delle app antifurto viene installata come app con permessi speciali.

Così facendo vi è la possibilità di bloccare, resettare o segnalare la posizione del dispositivo senza che il ladro possa accorgersene.


Sistema integrato in Android

Se utilizziamo un dispositivo Android il sistema d’antifurto è già integrato nel dispositivo:
non dobbiamo far altro che aggiungere un account Google (in Impostazioni -> Account o Sincronizzazione), attivare la geolocalizzazione precisa (solitamente è la dicitura Alta precisione) e infine controllare se nel menu Impostazioni -> Google -> Sicurezza -> Trova il mio dispositivo (o Sicurezza e poi Trova il mio dispositivo) sia attiva la voce.

Ora che il dispositivo è rintracciabile via account Google, apriamo la pagina Trova dispositivi di Google, effettuiamo l’accesso con lo stesso account Google utilizzato sul telefono e controlliamo la posizione geografica.

Dalla schermata potremo ottenere il punto preciso dove si trova il telefono.

Inoltre possiamo bloccarlo a distanza, resettarlo o riprodurre un suono audio molto forte (anche con silenzioso e vibrazione attive), così da poterlo rintracciare velocemente.

Oltre al sito Web possiamo rintracciare e bloccare i dispositivi Google dall’app Trova il dispositivo, disponibile per Android, così da poter utilizzare un altro telefono per avviare la ricerca e la cancellazione dei dati personali.


Sistema integrato in iPhone

Se utilizziamo un iPhone come telefono principale, potremo evitare di installare app di terze parti e sfruttare il sistema antifurto integrato chiamato Dov’è, un’app integrata su tutti gli iPhone che supportano iOS 13 o successivi.

Con questo sistema potremo bloccare, resettare e far suonare il nostro iPhone anche a distanza, sfruttando la connessione Wi-Fi, la rete dati e il Bluetooth.

Per farlo funzionare è necessario aggiungere un account ID Apple al dispositivo.

Basta andare su Impostazioni -> Account Apple -> Dov’è e impostare su Attivo la voce Trova il mio iPhone.

Una volta fatto ciò portiamoci sul sito iCloud, premiamo su Trova iPhone e selezioniamo il dispositivo da localizzare.

Se il dispositivo si trova nelle vicinanze, possiamo fare in modo che riproduca un suono per consentirne il ritrovamento.

In alternativa possiamo bloccarlo e visualizzare un messaggio d’informazione su come restituirlo o chi contattare per la restituzione.

Con il blocco attivo verranno bloccati anche i pagamenti Apple Pay, così che nessuno possa pagare con i nostri metodi di pagamento.


Prey Anti Theft

Prey Anti Theft è un’app di sicurezza che può essere scaricata gratis su qualsiasi smartphone, essendo compatibile sia con i sistemi Apple (iPhone e iPad) che con i dispositivi Android.

Quest’app funziona con tutti gli smartphone Huawei, Samsung, Honor, OnePlus, Xiaomi e con tutti i modelli di iPhone recenti.

Le caratteristiche principali di Prey Anti Theft sono:

  1. Capacità di bloccare da remoto il cellulare.
  2. Trovare la posizione del dispositivo.
  3. Cancellare i dati, nel caso in cui non si abbiano più speranze di ritrovare il telefono.


La cosa bella è che questo software rimane attivo in background senza farsi vedere e reagisce a comandi inviati tramite messaggi SMS al telefono.

Se temiamo che il ladro possa sostituire la SIM per annullare il sistema antifurto, vi farà piacere sapere che anche se venisse cambiata SIM Card l’app rimarrebbe attiva e funzionante.

Considerando iche nel momento in cui viene cambiata la SIM Card, Prey invia un messaggio automatico al proprietario del telefono con su scritto il nuovo numero utilizzato.

Quindi, al di la del fatto che si può chiamare questo numero per parlare col ladro o con chi ha ritrovato il cellulare, lo si può anche localizzare, bloccare o cancellarne la memoria.


Lookout

Un’altra app simile a Prey per ottenere un efficace antifurto per il nostro smartphone è Lookout, disponibile per Android e iPhone/iPad.

Lookout è un’altra app gratuita che funziona da antifurto per monitorare il cellulare se esso viene rubato o perso:
infatti consente di localizzare la posizione del telefonino e di lanciare un allarme a distanza, anche se il telefono è in modalità silenziosa.

Con essa si possono anche cancellare i dati dal telefono cellulare, con un comando in remoto.

Oltre che proteggere il dispositivo dai furti, offre un sistema di sicurezza completo per monitorare le app installate e i link visitati, così da segnalare eventuali app malevole o link che portano a virus, truffe o siti con troppe recensioni negative.

Ti potrebbe interessare anche...

error: Contenuto protetto, ritenta sarai più fortunato ( ͡° ͜ʖ ͡°)
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Rilevato blocco annunci, disattivalo e sostieni il blog.

Abbiamo rilevato che stai utilizzando le estensioni per bloccare gli annunci.

Sostienici disabilitando questi ads blocker.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock